Comune di Aragona

Affidamento incarico consulente esterno Sicurezza Dlgs 81/08

  COMUNE DI ARAGONA (Provincia di Agrigento) 6° Settore Territorio e Servizi Speciali   AVVISO D’ASTA PUBBLICA  BANDO DI GARA DISCIPLINARE E CAPITOLATO PER L’AFFIDAMENTO DELLA CONSULENZA TECNICA PER UN ESPERTO ESTERNO DELLA SICUREZZA – D.

Data:
22 Luglio 2009

 

COMUNE DI ARAGONA

(Provincia di Agrigento)

6° Settore Territorio e Servizi Speciali  

AVVISO D’ASTA PUBBLICA  BANDO DI GARA DISCIPLINARE E CAPITOLATO PER L’AFFIDAMENTO DELLA CONSULENZA TECNICA PER UN ESPERTO ESTERNO DELLA SICUREZZA – D.LGS 81/08 – SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO   

IL RESPONSABILE DEL 6° SETTORE – TERRITORIO E SERVIZI SPECIALI  

RENDE NOTO              

Che il Comune di Aragona, con sede in Via Roma n° 124, bandisce un’asta pubblica per l’affidamento della consulenza tecnica per un esperto esterno della sicurezza – D.lgs  9 aprile 2008, n. 81 –  “in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro”.  A tal fine si  specifica che:   

1.    STAZIONE APPALTANTE: Comune di Aragona, Via Roma 124 – Aragona- Tel. 0922/690911 – Fax 0922/36636 

2.   DESCRIZIONE SERVIZIO: Consulenza tecnica per un esperto esterno della sicurezza – D.lgs. 626/94 s.m.i. D.lgs 81/08 – Sicurezza negli ambienti di lavoro”.  per mesi 12  (presunti dal 01.09.2009 al 31.08.2010) con le modalità riportate nel prosieguo del presente bando.   

3.   IMPORTO   STANZIATO L’importo stanziato per 12 mesi è di Euro 9.000.00 IVA inclusa 

4.   CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE: Procedura aperta, Pubblico Incanto con il criterio del prezzo più basso (art. 81, del Decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163)In caso di offerte uguali si procederà a sorteggio. Il servizio potrà essere aggiudicato anche in presenza di una sola offerta valida. Non saranno, in alcun caso, ammesse le offerte in aumento e/o in variante.     

5.   LUOGO D’ESECUZIONE:  Immobili di proprietà comunale per come descritti nel seguito:

·         Palazzo Comunale, Via Roma 124·         Cantieri Culturali (ex Chiesa del Purgatorio) Piazza Umberto I·         Locali Biblioteca Comunale, Piazza Umberto I·         Asilo Nido Comunale, Via Giovanni XXIII·         Complesso Sportivo, Viale Falcone·         Campetti di gioco, C/da Fontes Episcopi·         Cimitero Comunale·         Centro Sociale, Via De Nicola·         Mercato Coperto, Via De Nicola·         Villa Comunale, Via Roma·         Depuratore Comunale, C/da Vallone Alongi·         Serbatoio idrico, C/da Belvedere·         Serbatoio idrico, Caldare·         Impianto di sollevamento C/da Cirasa·         Impianto di sollevamento C/da Petrusella·         Impianto di sollevamento C/da Agnellaro·         Locali Polizia Municipale, Via Federico II, 26   

6.   DURATA E TERMINE DEL SERVIZIO:12 mesi naturali e consecutivi : presuntivamente dal 01.09.2009 al 31.08.2010; Il soggetto aggiudicatario assumerà la consulenza, a seguito di avvenuta comunicazione di aggiudicazione della gara. Si procederà ad immediata sottoscrizione  dello schema di contratto.   

7.    RICHIESTA DELLA DOCUMENTAZIONE:  Comune di Aragona – 6° Settore – Territorio e Servizi Speciali   

8.   TERMINE, INDIRIZZO DI RICEZIONE, MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DOCUMENTAZIONE E OFFERTA E DATA APERTURA OFFERTE: 

8.1. termine ultimo: 30 luglio 2009, ore 09,00 presso l’Ufficio protocollo del Comune di Aragona;  

8.2.               indirizzo: Comune di ARAGONA – Via Roma n° 124    92021 ARAGONA (AG); 

8.3.               modalità di presentazione delle offerte:  Per partecipare alla gara, i soggetti interessati dovranno far pervenire all’Ufficio Protocollo del Comune di Aragona entro il giorno 30 luglio 2009  alle ore 9,00, (farà fede esclusivamente la data di ricezione al protocollo comunale e non il timbro postale), un plico sigillato sui lembi di chiusura, in modo da garantire la sicurezza contro eventuali manomissioni e controfirmato sui lembi di chiusura stessi, per assicurare l’integrità e la segretezza, dal titolare o legale rappresentante del concorrente, da indirizzarsi al Comune di Aragona – Ufficio Protocollo – Via Roma, 124 92021 Aragona (AG),  sul quale deve chiaramente risultare, oltre al nome e la ragione sociale della ditta mittente, la seguente scritta: Offerta per la gara del giorno 30 luglio 2009, ore 9,00 relativa a “affidamento della consulenza tecnica per un esperto esterno della sicurezza – D.Lgs. 81/08 – Sicurezza nei luoghi di lavoro”. Le istanze che perverranno al protocollo oltre il termine del 30 luglio 2009 non verranno prese in considerazione. 

Il plico deve contenere due buste distinte, che dovranno a loro volta essere idoneamente controfirmate sui lembi di chiusura, nelle quali si dovranno inserire: 

Busta  N° 1 – Documentazione Amministrativa  

A)        istanza di partecipazione  in carta libera, con specifica indicazione dell’oggetto della selezione, sottoscritta dal legale rappresentante se trattasi di società di servizi o direttamente dai soggetti abilitati di cui al successivo punto 13): in ogni caso, dovrà essere indicato il soggetto fisico che assumerà l’incarico e dovrà essere garantito il possesso dei requisiti fornendo copia autenticata della relativa documentazione;

B)        curriculum formativo e professionale attestante i servizi effettuati, da dove si evince di aver ricoperto almeno un analogo incarico presso pubbliche amministrazioni;

C)        copia fotostatica del documento di identità del sottoscrittore l’istanza;

D)       L’offerta dei concorrenti deve essere corredata da una cauzione provvisoria e dall’impegno di un fideiussore per il rilascio di una cauzione definitiva, nella misura e nei modi previsti dall’art. 75 del D.Lgs n. 163/2006;L’esecutore del contratto è obbligato a costituire una garanzia fideiussoria nella misura e nei modi previsti dall’art. 113 del D. Lgs n. 163/2006.La polizza, da prodursi dall’aggiudicatario fra i documenti a corredo del contratto, dovrà valere per l’intera durata del contratto.

E)        dichiarazione sostitutiva di certificazione resa in conformità alle disposizioni del D.P.R. n°445/2000 dal sottoscrittore dell’istanza attestante:          di non trovarsi in una delle situazioni impeditive tutte previste dall’art. 38, lettere a), b), c), d), e), f), g), h), i), l) e m), del d.lgs. 163/2006;          il possesso in capo al professionista che assumerà nominativamente l’incarico di cui all’oggetto dei requisiti professionali necessari all’assunzione dell’incarico e l’iscrizione, qualora prevista,  al relativo albo professionale di cui ai vigenti ordinamenti professionali;          di accettare, senza condizione o riserva alcuna, tutte le norme e disposizioni contenute nel Bando e nel presente disciplinare;          di essere iscritto, se società di servizi, al Registro delle imprese della CCIAA (con indicazione dell’anno di iscrizione, della Provincia di competenza e del numero di iscrizione) dalla quale si evinca che l’oggetto sociale comprende, ovvero è coerente con l’oggetto della presente gara;          di non avere in corso piani di emersione dal lavoro sommerso, ai sensi dell’art. 1 bis, comma 14, della Legge 18.10.2001, n. 383, introdotto dall’art. 1, comma 2 della legge, 266/2002 e s.m.i;          di avere effettuato sopralluogo presso il solo Palazzo Comunale con sede in Via Roma, 124, di aver assunto tutti gli elementi necessari per la formulazione dell’offerta e aver preso conoscenza di tutte le circostanze influenti sul servizio in argomento.  Le predette dichiarazioni sostitutive devono essere corredate, pena l’esclusione dalla gara, da copia del documento di identità dei dichiaranti. Per effettuare il sopralluogo, è necessario contattare preventivamente il 6° Settore “Territorio e Servizi Speciali” ai numeri 0922/ 690941 690911. Si provvederà all’aggiudicazione della gara anche in presenza di una sola offerta valida, sempre che sia ritenuta congrua e conveniente. 

Busta  N° 2 – Offerta economica  A)        l’offerta economica complessiva, debitamente sottoscritta dal Legale Rappresentante, unitamente a copia fotostatica di un proprio documento di identità in corso di validità, nella quale il concorrente, indichi il ribasso, in cifre ed in lettere, sulla base d’asta, per la fornitura del servizio  in oggetto, in caso di discordanza, prevale la soluzione più favorevole per l’Ente.Non sono ammesse offerte in aumento. 10.4 apertura plichi: i lavori della Commissione giudicatrice, in seduta pubblica, inizieranno il giorno 30 luglio 2008 alle ore 10,00 presso l’Ufficio del Responsabile del 6° Settore “Territorio e Servizi Speciali”  Via Roma, 124  92021  Aragona (AG)   

9.   SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA: Possono presentare la propria offerta le società di servizi od altri soggetti abilitati che garantiscono il servizio, comprendente le seguenti funzioni di consulenza e assistenza al RSPP (Responsabile del Servizio di prevenzione e protezione), relative al D. Lgs. n. 81 del 09/04/08 con particolare riferimento agli artt. 15-17-27-28-29-32-33-35 e 36 come da elenco sotto riportato che, comunque, non deve considerarsi esaustivo:      Consulenza Tecnica Esperto esterno della sicurezza

·         Ceck-Up generale attività lavorative;

·         Sopralluoghi presso le strutture al fine di procedere alla verifica ed alla valutazione strumentale e non  dei parametri previsti dalla normativa (parametri fonometrici, luxometrici, microclimatici, ergonomici dimensionali, ecc…);

·         Esame dello stato delle strutture, degli impianti, dell’arredo, delle attrezzature; verifica e valutazione della presenza di eventuali sostanze di natura chimica;

·         Raccolta e verifica della documentazione in possesso e prevista dal decreto 81/08;

·         Individuazione ed analisi dei fattori di rischio;

·         Valutazione del rischio di incendio;

·         Verifica visiva dello stato delle attrezzature antincendio e di emergenza (Mezzi di spegnimento, segnaletica di sicurezza, protezioni passive ed attive, ecc…;

·         Valutazione dei rischi stress lavoro – correlato; (rumore, induzione magnetica, lavoratrici gestanti, rischio chimico, movimento manuale carichi, ecc…);

·         Redazione e/o revisione aggiornamento del Documento Valutazione dei Rischi (DVR) di cui ai punti precedenti e datazione certa del documento;

·         Redazione e/o aggiornamento del Piano di emergenza ed Evacuazione comprendente: l’aggiornamento delle nomine degli addetti al servizio di prevenzione e protezione (S.P.P.); addetti antincendio (A.A.), primo soccorso ( A.P.S.); redazione del materiale delle procedure di emergenza ed evacuazione: aggiornamento e/o redazione delle planimetrie con indicazione delle vie di fuga, dei luoghi sicuri, ecc…; redazione del codice dei comportamenti da assumere per ogni tipo di emergenza prevista dal piano; aggiornamento e/o redazione dell’organigramma della gestione della sicurezza;

·         Redazione e/o revisione delle planimetrie;

·         Nomina a incaricato dell’applicazione della legge 584/1975 (divieto di fumo)e della Legge 3/2003 art. 51 – tutela non fumatori.

·         Organizzazione e partecipazione alle riunioni periodiche ( con Datore Lavoro, R.L.S., R.S.P.P., S.P.P. e M.C.);

·         Organizzazione ed assistenza durante le prove di evacuazione generali (almeno due all’anno); organizzazione di microprove di gestione dell’emergenza con il personale incaricato a tempo indeterminato, determinato e stagionali, LSU;

·         Verifica degli standard di sicurezza raggiunti attraverso sopralluoghi, simulazioni, ecc.;

·         assistenza al Datore di lavoro nei rapporti con gli Organi istituzionali competenti (Azienda ASL, Ispettorato Provinciale del Lavoro, Comando Provinciale V.V.F.F.);

·         Redazione di pareri e relazioni scritte al Datore di Lavoro, in materia di Sicurezza nei luoghi di lavoro.

 Attività d’informazione, formazione e addestramento di tutto il personale            Corso di formazione comprendente adeguata informazione:a.       Sui rischi per la salute e sicurezza sul lavoro connessi alla attività ecc..;b.      Sulla corretta applicazione della normativa sull’uso delle attrezzature munite di videoterminali;

c.       Sulle disposizioni per l’applicazione della Normativa sul Divieto del fumo

d.      Sulle procedure generali che riguardano il primo soccorso, la lotta antincendio, l’evacuazione dei luoghi di lavoro;

e.       Sui nominativi dei lavoratori incaricati di applicare le misure di gestione dell’emergenza;

f.       Sui nominativi del responsabile o degli addetti del servizio di prevenzione e protezione;

g.      Sui rischi specifici cui sono esposti i lavoratori in relazione all’attività svolta, le normative di sicurezza e le disposizioni;

h.      Sull’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale (DPI) e i dispositivi di protezione collettiva (DPC);

i.        Sui pericoli connessi all’uso di eventuali sostanze e dei preparati pericolosi sulla base delle schede dei dati di sicurezza previste dalla normativa vigente e dalle norme di buona tecnica;

j.        Sulle misure e le attività di protezione e prevenzione adottate all’interno della struttura;

 Corso di formazione con particolare riferimento a:

a.       Concetti di rischio, danno, prevenzione, protezione, organizzazione, diritti e doveri dei vari soggetti interessati, organi di vigilanza, controllo, assistenza;

b.      Rischi riferiti alle mansioni e ai possibili dannie alle conseguenti misure e procedure di prevenzione e protezione caratteristiche del settore industria.

 Formazione figure sensibili

·         Preposto sicurezza

·         Addetti al primo soccorso – Addetti Antincendio (ASPP)

·         Responsabile Lavoratori Sicurezza (RLS)

·         Istruzioni sull’uso dei DPI e DPC

 

Monitoraggio costante sull’attuazione delle misure di sicurezza:

 

    •  
      • Informazione costante del personale;
      • Informazione e formazione del personale di nuova assunzione;
      • Verificare periodicamente le attività e porre in atto eventuali nuovi interventi per la sicurezza;
      • Controllo dell’utilizzo dei DPI e DPC;
      • Controllo continuo dell’efficienza della cartellonistica;
      • Organizzazione di microprove di gestione dell’emergenza con il personale incaricato a tempo indeterminato, determinato e stagionali;

10.      FINANZIAMENTO:  Fondi propri di bilancio.  

11. MODALITÀ DI PAGAMENTO DEL CORRISPETTIVO Il pagamento avverrà a presentazione di regolare fattura, entro 30 gg. dalla presentazione della stessa emessa al termine di ogni trimestre per un importo pari al 25% del compenso contrattuale annuale, subordinatamente all’attestazione di regolarità del servizio emesso da parte dei competenti uffici dell’Ente.  

12.       OFFERTE PARZIALI: Non ammesse;   

13.       VARIANTI:Non ammesse;   

14.       Offerta anomala:L’Amministrazione procederà alla verifica delle offerte anormalmente basse ai sensi dell’art. 86, comma 2, e degli articoli 87, 88, 89 del D.lgs 12.4.2006 n° 163. A seguito dell’aggiudicazione, prima della stipula del contratto, l’aggiudicatario sarà invitato a provare il possesso dei requisiti soggettivi dichiarati in sede di gara.  

15.       Affidamento.L’incarico sarà formalizzato con scrittura privata autenticata e trascritta a spese dell’affidatario.L’incarico verrà affidato nel suo complesso, per quanto descritto negli artt. 5 e 9.L’ente si riserva di effettuare, nel periodo di vigenza della sopra detta scrittura privata, verifiche sull’effettivo rispetto degli impegno assunti; nel caso in cui una verifica dia esito negativo, si procederà a revoca dell’incarico.  

16.      Responsabilità dell’aggiudicatarioLa ditta deve svolgere il servizio con diligenza, a proprio rischio e spese di qualunque natura, nel luogo e secondo le modalità, termini e condizioni indicate nel presente capitolato. E’ inoltre responsabile del buon andamento del servizio ad essa affidato e degli oneri che dovessero essere sopportati in conseguenza dell’inosservanza di obblighi facenti carico alla ditta e/o al personale dipendente. L’appaltatore è tenuto, senza che per questo siano comunque limitate le sue responsabilità contrattuali, a stipulare assicurazione per responsabilità civile, per tutta la durata dell’appalto, e per un importo di €.300.000,00, contro tutti i danni causati alle persone ed alle cose.  Art. 16 PAGAMENTI E PENALI Verrà applicata una penale pecuniaria di € 50,00 (euro cinquanta/00) per ogni giorno di ritardo nel caso in cui non vengano rispettati i termini prefissati per l’espletamento degli adempimenti richiesti.  Art. 17 -RISOLUZIONE DEL CONTRATTO Ai sensi dell’art. 1456 del Codice Civile, il presente contratto si intende risolto di diritto in caso di inadempienza della Ditta anche di una sola delle obbligazioni contrattuali di cui ai punti 1 -2 -3 -5 -8 del Capitolato D’Oneri, previa notificazione scritta da inviarsi a cura dell’Ente a mezzo lettera raccomandata A.R. presso la sede legale della Ditta aggiudicataria. Nei casi succitati l’Ente si rivarrà per il risarcimento dei danni e delle spese derivanti sul deposito cauzionale costituito a garanzia delle prestazioni contrattuali, fatta salva la richiesta di risarcimento dell’eventuale ulteriore danno. L’Ente si riservano la facoltà di operare la risoluzione unilaterale del contratto, fatto salvo il risarcimento di eventuale danno, previo incameramento della cauzione prestata a garanzia dell’esatto espletamento degli obblighi contrattuali: 1) qualora le prestazioni non siano rispondenti per qualità o quantità a quelle stabilite con il contratto d’appalto e la ditta , diffidata ad adempiere entro il termine di 20 gg, non si sia adeguata; 2) qualora la ditta non mantenga per tutta la durata del contratto, il possesso dei requisiti prescritti dalla vigente normativa. Qualora la risoluzione del contratto avvenga per responsabilità della ditta appaltatrice o per ritardi, inadempimenti o difetti di esecuzione del servizio, ogni maggior costo del servizio effettuato da altre ditte, comprese le eventuali spese per atti e simili, viene posta a carico della ditta aggiudicataria, fatta salva la possibilità di adire a vie legali nel caso in cui il comportamento configuri ipotesi di reato e/o cause civili. E’ automatica la risoluzione del contratto in caso di fallimento o cessazione della attività della ditta aggiudicataria. Inoltre la risoluzione del contratto viene prevista per gravi inadempienze contrattuali accertate, senza alcuna formalità, stabilendosi che il contratto si intende risolto con la contestazione delle inadempienze e preavviso di 1(uno) mese, a mezzo di lettera raccomandata con avviso di ricevimento.  Art. 18. SUBAPPALTO E’ fatto divieto di subappaltare, in tutto o in parte, le prestazioni oggetto del presente contratto.  Art. 19 CESSIONE DEL CONTRATTO E’ vietata la cessione del contratto.  Art. 20 SPESE CONTRATTUALI Qualsiasi spesa inerente la stipula del contratto o a questa conseguente, nessuna eccettuata o esclusa sarà a carico della ditta. Di dette spese la Ditta non potrà esercitare diritto di rivalsa. Sarà a carico della stazione appaltante l’imposta sul valore aggiunto (IVA) se dovuta.  Art. 21 OBBLIGHI DI LEGGE Nell’esecuzione del servizio la Ditta si obbliga ad osservare le norme e le prescrizioni dei contratti collettivi, delle Leggi e dei regolamenti sulla tutela, sicurezza, salute, assicurazione e assistenza dei lavoratori.  Art. 22 RECESSO DAL CONTRATTO L’Ente appaltante o gli Enti comunali aderenti anche singolarmente, previa assunzione di apposito provvedimento, si riservano la facoltà di recedere unilateralmente dal contratto, dandone preavviso alla Ditta mediante lettera raccomandata con A/R., nel rispetto e con le modalità di cui all’art. 1671 del Codice Civile.  23. CONTROVERSIE Per la risoluzione di qualunque controversia dovesse insorgere fra le parti in dipendenza o conseguenza del presente contratto, ivi comprese le controversie attinenti all’esistenza, validità, efficacia del medesimo, le parti stabiliscono che il Foro competente è rappresentato dal Tribunale di Santa Maria C.V..  24. INFORMAZIONE D.Lgs 196/03 La Stazione Appaltante, ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs n° 196/03 e successive modificazioni, tratterà i dati contenuti nel presente contratto, esclusivamente per lo svolgimento delle attività e per l’assolvimento degli obblighi previsti dalle leggi e dai regolamenti comunali in materia. 11. Responsabile del presente procedimento. Ing. Luigi Virone  Aragona, 29/06/2009      

Il Responsabile del 6° Settore 
Territorio e Servizi Speciali 
Arch. Rosario Monachino

 

Ultimo aggiornamento

22 Luglio 2009, 18:38

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento