Comune di Aragona

Locazione Immobile per Ufficio Giudice di Pace

COMUNE DI ARAGONA (Provincia di Agrigento) 1° SETTORE Affari Generali, Demografia e Comunicazione Pubblica              Bando pubblico per locazione di immobile da adibire ad ufficio del Giudice di Pace SI RENDE NOTO CHE Il Comune di Aragona ha l’esigenza di reperire in locazione per anni sei, decorrenti dalla data di stipula del contratto definitivo, nel centro urbano di Aragona, un immobile da destinare a sede del Giudice di Pace L’immobile dovrà possedere, di massima, i seguenti requisiti/caratteristiche: 1.

Data:
25 Maggio 2009

COMUNE DI ARAGONA
(Provincia di Agrigento)
1° SETTORE
Affari Generali, Demografia e Comunicazione Pubblica
            

Bando pubblico per locazione di immobile da adibire ad ufficio del Giudice di Pace

SI RENDE NOTO CHE

Il Comune di Aragona ha l’esigenza di reperire in locazione per anni sei, decorrenti dalla data di stipula del contratto definitivo, nel centro urbano di Aragona, un immobile da destinare a sede del Giudice di Pace
L’immobile dovrà possedere, di massima, i seguenti requisiti/caratteristiche:
1.Ubicazione: centro abitato di Aragona;
2.Superficie orientativa  di circa 300 Mq complessivi: l’immobile dovrà essere dislocato a piano terra, ove ubicato in due piani deve essere munito di ascensore e deve rendere agevole l’accesso ai diversamente abili, con le dovute protezioni del caso, e dovrà essere dotato di almeno 8 vani, oltre  servizi igienici a norma di legge, di cui uno per i diversamente abili;
3.con riferimento al numero delle stanze, le stesse dovranno avere la seguente suddivisione:
a) n.1 stanza per il Giudice di Pace Coordinatore;
b) n.1 stanza,composta da due vani per l’archivio storico;
c) n.1 aula udienze;
d) n.1 stanza per archivio ;
e) n.1 stanza attigua all’aula udienza per le camere di consiglio;
f) n. 2 stanze per il personale amministrativo, cancelleria civile e penale;
g) n. 1 stanza per i testimoni;
h)  servizi igienici a norma di legge, di cui uno per i diversamente abili
4 impianto idrico ed elettrico adeguati alle funzioni da espletare;
5 cablaggio dell’ufficio per collegamento in rete dei P.C.;
6 impianto di riscaldamento centralizzato;
7 impianto antincendio con attacco esterno per i VV.FF;
8 adeguate uscite di sicurezza;
9 adeguato parcheggio, attiguo ai locali, per l’autorità giudiziaria;
Partecipazione alla gara
La gara si articolerà in più fasi:

1a Fase

Per partecipare alla gara, in questa fase, gli interessati dovranno far pervenire, in plico chiuso, a mano o a mezzo del servizio postale domanda di partecipazione al seguente indirizzo: Comune di Aragona 1° settore –  Affari Generali, Demografia e Comunicazione pubblica – Via Roma n° 124, 92021 Aragona (Ag) entro le ore 10,00 del 22  giugno 2009.  
Sul plico, sigillato idoneamente, deve essere apposto il nominativo del mittente e la dicitura “Disponibilità per la locazione di immobile da adibire ad uffici del Giudice di Pace” 
Allíinterno del plico il concorrente dovrà inserire la seguente documentazione:
Dichiarazione sostitutiva autenticata o presentata unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento d’identità del sottoscrittore attestante:
1) La proprietà o possesso di titolo idoneo a disporre la locazione di immobili che si ritengano adeguati, secondo le prescrizioni del bando, ad essere adibiti ad uffici del Giudice di Pace di Aragona. In tali termini, cioè di soggetto titolato a disporre la locazione,  vanno intese le espressioni  “proprietario” e “proprietari” nel prosieguo del presente bando.
2) Assenza di procedimento in corso o di provvedimenti definitivi per l’applicazione di una della misura di prevenzione di cui all’art. 3 della legge 27/12/1956 n°1423 e successive modificazioni;
3) Inesistenza di sentenze definitive di condanna passate in giudicato ovvero di sentenze di applicazione della pena su richiesta ai sensi dell’art. 444 del C.P.P. per reati che incidono sulla moralità professionale;
  • Copia titolo di proprietà o del titolo idoneo a disporre la locazione (quest’ultimo non occorre nel caso l’istante abbia la piena proprietà dell’immobile);
  • Planimetrie quotate a firma di tecnico abilitato alla professione;
  • Certificato catastale;
  • Certificato di agibilità o abitabilità, comprendente la destinazione d’uso;
  • Certificato di conformità degli impianti alla L.37/08 e succ. modif. ed integr.;
  • Attestazione  che l’immobile è adeguato alla normativa sull’abbattimento delle barriere architettoniche;
  • Conformità dei locali al D.lgs. 81/2008;
  • Le suddette dichiarazioni e certificazioni devono, altresì, riferirsi agli impianti ed ai parcheggi;
Oppure
  • Dichiarazione con la quale il proprietario si impegna, a proprie spese, ad apportare all’immobile tutti i necessari adeguamenti per renderlo conforme a quanto richiesto nel bando – secondo la tempistica prevista – qualora lo stesso non abbia la destinazione d’uso e/o i requisiti/caratteristiche richiesti e queste siano ovviabili.
I locali offerti saranno sottoposti a verifica tecnica di idoneità da parte dell’Ufficio tecnico comunale che esprimerà, sugli stessi, uno dei seguenti giudizi:
Idoneo
Non idoneo
Idoneo con prescrizioni
Successivamente la documentazione verrà trasmessa al Giudice di Pace per la sottoposizione al parere della Commissione manutenzione Uffici giudiziari presso il Tribunale di Agrigento ed il procedimento proseguirà solo con le ditte che risulteranno validate da detto organismo. 

2a Fase

I proprietari dei locali ritenuti idonei o idonei con prescrizione, già validati dalla Commissione manutenzione Uffici giudiziari presso il Tribunale di Agrigento, saranno invitati, da questo Ente,  a presentare offerta.
Sul plico, sigillato idoneamente, deve essere apposto il nominativo del mittente e la dicitura “Offerta per la locazione di immobile da adibire ad uffici del Giudice di Pace ” 
All’interno del plico il concorrente dovrà inserire, oltre ad una busta  sigillata con la dicitura “Offerta Prezzo”, una dichiarazione.
I proprietari dei locali ritenuti idonei dovranno presentare una  dichiarazione con la quale si impegnano a consegnare i locali entro tre mesi dalla stipula del preliminare di contratto.
I proprietari dei locali ritenuti idonei con prescrizione dovranno presentare una dichiarazione con la quale si impegnano a consegnare i locali entro sei mesi dalla stipula del preliminare di contratto. In tal caso l’ufficio tecnico comunale provvederà ad eseguire le verifiche tecniche sulla esatta esecuzione delle prescrizioni. 
Nella busta “Offerta Prezzo” , sigillata idoneamente e controfirmata sui lembi di chiusura, l’offerente inserirà la propria proposta di locazione – in  bollo -espressa in cifre e lettere.
L’offerta, sottoscritta, per esteso, dal partecipante, non può presentare correzioni che non siano da lui stesso espressamente confermate e sottoscritte.
L’offerta ha validità di 1 anno a far data dal giorno di scadenza del termine di presentazione.
Quando nell’offerta vi sia discordanza fra il prezzo offerto indicato in cifre e quello indicato in lettere, sarà ritenuto  valido il prezzo più vantaggioso per l’Amministrazione.

3a Fase

Sui locali offerti da adibire ad uffici del Giudice di Pace sarà acquisito il parere dell’Agenzia del Territorio (AGET), ai sensi della legge 24/04/1941, n° 392;

4a Fase 

Il contratto di locazione sarà stipulato a favore del miglior offerente, tenendo conto del canone più favorevole per l’amministrazione tra il canone determinato dall’AGET – per ogni immobile – e il canone offerto dai partecipanti.
Qualora il prezzo offerto dal proprietario risultato aggiudicatario dovesse essere  maggiore dell’importo determinato dall’AGET verrà proposta la riduzione entro tale limite.
In caso di accettazione si procederà alla stipula del contratto preliminare e successivamente, al momento della consegna, che dovrà aver luogo entro tre mesi per i proprietari dei locali ritenuti idonei ovvero entro sei mesi per i proprietari dei locali ritenuti idonei con prescrizioni, si procederà  alla stipula del contratto definitivo.    
AVVERTENZE
a) Il recapito dei plichi per la partecipazione alla gara in oggetto rimane ad esclusivo rischio del mittente, ove, per qualsiasi motivo, anche di forza maggiore, lo stesso non giunga a destinazione entro i termini fissati.
b)Saranno esclusi dalla gara i plichi privi di idonea chiusura;
c)Sarà esclusa dalla gara l’offerta contenuta in busta che non sia idoneamente chiusa e/o che non sia controfirmata sui lembi di chiusura.
d)Si farà luogo, altresì, all’esclusione dalla gara nel caso manchi qualcuno dei documenti richiesti o manchino o siano incomplete le dichiarazioni richieste con il presente bando.
e)Non hanno efficacia eventuali dichiarazioni di ritiro delle offerte già presentate nè sono efficaci le offerte di uno stesso concorrente  successive a quella già presentata.
f)Nel caso di offerte risultanti uguali fra di loro, e le stesse risultano aggiudicatarie si procederà a norma dell’art. 77 del Regolamento Generale dello Stato, approvato con R. D. 23 maggio 1924 n. 827.
g)Sono a carico esclusivo  dellíaggiudicatario tutte le spese contrattuali, tasse, imposte ecc., inerenti e conseguenti al contratto da stipularsi in forma pubblica, senza rivalsa.
h)Il presente bando non è, in alcun modo o forma, vincolante per l’amministrazione che si riserva la facoltà di non darvi seguito, senza incorrere in responsabilità e/o azioni di richiesta danni anche ai sensi degli artt. 1337 e 1338 c.c., o di procedere all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida.
i)L’amministrazione, inoltre, si riserva la facoltà di recesso anticipato nei termini di legge, in caso di sopravvenuta disponibilità di locali di proprietà o di soppressione della sede dell’ufficio del Giudice di Pace o di qualsiasi altro motivo idoneo per legge.
j)Non sarà disposto deposito cauzionale a carico del locatario. Il canone sarà aggiornato è a richiesta della parte e secondo gli indici ISTAT previsti  nel caso di specie dalla legge. 
Tutte le condizioni  contenute nel presente bando si intendono accettate per il solo fatto di partecipare alla gara.
Il concorrente autorizza il Comune di Aragona al trattamento dei dati forniti ai sensi del D.lgs 196/2003. Il trattamento riguarderà le funzioni istituzionali e sarà effettuato attraverso procedure adeguate a garantire la sicurezza e la riservatezza. I dati raccolti non saranno oggetto di diffusione, salvo il diritto d’accesso riconosciuto ai sensi della L. 241/1990 e smi.
Il presente bando verrà pubblicato all’Albo Pretorio e sul sito internet  del Comune. www.comune.aragona.ag.it
Aragona lì
IL RESPONSABILE  DEL 1° Settore
(Dott. Buscemi Giuseppe)

Ultimo aggiornamento

25 Maggio 2009, 01:03

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento