Venerdì, 14 Dic 2018
 
 
Visita - In Città

VISITA IN CITTA'

Itinerario tra le ricchezze ambientali e paesaggistiche, gli edifici storici, di culto ed i resti antichi.



Palazzo Naselli
P.za Umberto I (Inizio sec.XVIII)
Il Palazzo Principe Naselli venne costruito agli inizi del 1700. E' arricchito dai magnifici affreschi del Borremans .

 
 
 


Chiesa del SS. Rosario (1689)
Piazza Umberto I
Venne eretta nel 1689 sopra le fondamenta della diroccata chiesetta del S. Crocifisso, esistente ancor prima della fondazione di Aragona


 
 
 

Chiesa Madre (1606)
Proprietà Curia Vescovile

Venne edificata per vivo interesse del conte Baldassare III Naselli che, in onore al suo nome, a quello del padre e del nonno,  la dedicò a Nostra Signora dei tre Re Magi.

 
 

 

Convento dei Padri Cappuccini (1962) 
Fu costruito a spese di Baldassare IV Naselli  Carriglio Principe di Aragona. Servì per mantenere nello studio i suoi religiosi che arrivavano al numero di 28 componenti.


 
 
 


Chiesa
San Francesco (1692)
Venne costruita contemporaneamente con il convento dei Padri Cappuccini ad opera Baldassare IV Naselli Carriglio Principe di Aragona.


 
 
 
 
Chiesa Madonna del Carmelo
(1813) 
Fu realizzata ad opera della confraternita del Carmine. La struttura è realizzata mediante blocchi di pietra squadrata di origine calcarea e malta di calce. E' dotata di pitture dell’artista palermitano Salvatore Manno e di una pregevole scultura lignea del San Giuseppe con il Bambino Gesù di Salvatore Bagnasco.

 
 
 
 
 
 
 
 
 


Piazza Carmine
(1813)
Adiacente la chiesa della Madonna del Carmelo vi è una tipica piazza che da tre anni ospita la statua del Beato Padre Pio da Pietralcina.

 
 
 
 


Cripta 
della Chiesa del Rosario
(1689)
Fra i pezzi più significativi custoditi nella cripta è da ammirare il reliquiario ad urna in argento, commissionato nel 1684 dal Principe Baldassare Naselli per custodirvi la reliquia della  Sacra Sindone.

 
 
 


Chiesa del Purgatorio
(sec.XVII)
Il portale ha delle decorazioni tipiche del tardo Barocco. Nel corso della seconda guerra mondiale fu sconsacrata e utilizzata come deposito e alloggio. Dopo un breve periodo di riapertura al culto, nel 1980 fu ceduta al comune che ha iniziato la sua ristrutturazione conservativa per adibirla a biblioteca comunale.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


CChiesa della Mercede (1623)
Venne costruita  ad opera di alcuni fedeli che la dedicarono a Maria SS. del Rosario.  
Nel 1668 si costruì il convento dei padri Mercedari che dedicarono allora la chiesa alla Madonna della Mercede.  


 
 


Convento dei 
Padri Mercedari Scalzi (1665)
Scuola elementare
Venne costruito accanto alla chiesa della B.V.M. della Mercede, allora Madonna del Rosario. Nel 1866 il convento venne restaurato ed adibito come sede del comune e scuola elementare maschile.


 


Chiesa della
Provvidenza (1898)
Fu trasferita nel luogo presente dalla collina del belvedere  dove era diroccata la vecchia struttura.Non si conosce la data di edificazione; la licenza di benedire la nuova chiesa fu data nel 1898.  Merita attenzione la statua lignea del Cristo Nero di autore ignoto ma di eccellente fattura. La chiesa non è stata interamente ristrutturata: conserva l’originario campanile realizzato in conci di tufo squadrati.  

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Piazza Grazia
Vista  del luogo dove sorgeva la chiesa della Grazia (sec.XVI) Oggi inesistente. 
Sulla data di costruzione  non si hanno dati certi ma si sa dell’istituzione  di una confraternita dedita a Maria SS. delle Grazie nel 1679-80. 


 



Palazzo Rotulo sec.XVIII  
Abitazione privata proprietà Cacciatore                       
E' sito tra la via Vittorio Emanuele, via Spoto e via Crispi. Ha  una pianta di forma rettangolare.Presenta caratteristiche decorative tipiche del tardo barocco siciliano. 


 
 


Calvario
( sec. XVII)
Via Nazareno
Il Calvario sorge sul pendio del monte Belvedere.  Ha una forma pressoché rettangolare con un lato sinusoidale. Nella parte più alta vi è  la croce dove ogni anno si dirige la processione del Venerdì Santo.


 

 
Oratorio del Calvario
(sec.XVIII)
Via Nazareno  
L’Oratorio di Nostra Signora Addolorata venne costruito nella prima metà del  secolo scorso.Serviva  per il ricovero della statua del S.S. Crocifisso e di Maria Addolorata. Oggi ridotto in rudere non viene più utilizzato.  
La struttura è realizzata con pietrame informe e malta di calce, con l’utilizzo negli spigoli di conci di tufo. 




Abbeveratoio 
delle Grazie
Vista frontale
Sito nel quartiere della Grazia, all’uscita del paese che porta alla  montagna Mintini.  E’ realizzato in conci di pietra squadrata ed è dotato di una vasca rettangolare posizionata al centro di due sorgenti.





Abbeveratoio della Santa Croce ( sec. XVII)
Vista frontale


 
 
 
 
 


Abbeveratoio  della Santa Croce
(Particolare)
Sito nelle vicinanze del Calvario è posto all’uscita del paese che porta in c/da San Marco. L’intera struttura dell’abbeveratoio è realizzata in pietra squadrata, fatta eccezione della vaschetta realizzata in ferro battuto. Fino a poco tempo fa meta obbligata per i contadini che si rifornivano d'acqua i muli, per andare nelle campagne a lavorare.

 
 
 
 
 
 
 
 


Piazza Aldo Moro
Piazza centrale di Aragona dove vengono svolte numerose manifestazioni estive. E stata recentemente restaurata ed adibita normalmente a parcheggio pubblico. 


 
 
 

 
Piazza Scifo
Questa piazza, che è conosciuta come “posteggiu”, si trova nel corso pricipale del paese. Era un tempo utilizzata come posteggio per gli autobus, taxi e qualche auto. Successivamente negli anni 70 fu sistemata e furono create delle aiuole.


 
 


Piazza della Vittoria
Una delle piazze storiche di Aragona e tra le più conosciute. Chiamata dai più  "chianu casì" , si trova nel corso principale in via Garibaldi.

 
 
 
 


Sede del Comune
Palazzo di recente costruzione sito in via Roma, 161 sede dell'attuale Municipio.